Dedicato all’Equinozio di Primavera – Il Rito della Fortuna

Tratto dal Libro degli Incantesimi

Con l’Equinozio di Primavera inizia l’Anno Magico, anno che va onorato e propiziato con il Rito della Fortuna, creando un’energia che si libererà nell’arco dei dodici mesi rendendo prospera la vita.

Incantesimo di Primavera 

Scegli un luogo solitario in mezzo alla natura.
Disegna in terra, con il sale grosso, due cerchi concentrici.
Raccogli dei rami da ardere e sistemali al centro della stella.
Lavati accuratamente e indossa abiti nuovi.

Ore 17.00 – Entra nel cerchio, puoi farlo da solo o con due o quattro altri officianti. Se sei solo, sistemati sulla punta della stella rivolta a Nord, altrimenti ognuno occupi un vertice della stella.

Accendi il fuoco e recita la Chiave

Invochiamo le forze della Luce
Ci ascoltino le forze della Verità, dell’Armonia
La potentissima menorrà si accenda per illuminare le sette vie della Fortuna
Affinché scenda duplice intorno a noi 
Scendi o Luce
Tu sola puoi evocare, chiamare col tuo splendore la Fortuna
O Spirito del Fuoco, sollevati e spanditi
Scenda su di noi il Sole della Terra, della fertilità, della fortuna
Dei nostri progetti, dei pensieri, delle opere dei nostri passi
.”

Recitando la Chiave getta nel fuoco

・un rametto di Alloro per fortuna e successo
・un ramoscello di Olivo per serenità e pace
・qualche grano di Incenso per purificazione
・un pezzetto di Legno di Sandalo per aiutare gli spiriti a presentarsi
・un ramo di Vischio per longevità e salute
・un rametto di Basilico per allontanare l’invidia
・una penna di uccello per togliere energia ai nemici

Osserva il fuoco consumarsi

Una volta estinto completamente, spargi le ceneri al vento e raccogli in un sacchetto azzurro un po’ del sale usato per i cerchi e qualche piccolo tizzone rimasto.
Sarà un potente portafortuna da conservare.

“Il Rito della Fortuna” – Tratto dal Libro degli Incantesimi Inserto dell’Agenda Magica dell’Occultista Ottavio Adriano Spinelli, 1985


Come celebrare il Rito in casa

Ricorda che puoi sempre adattare ogni rituale ai tuoi spazi e modellarlo attorno alle tue disponibilità. Ogni gesto rituale ha una valenza simbolica e metaforica, ed è l’intenzione che metti nel farlo a dar vita alla vera magia!

Se come molti di noi non hai la possibilità di accendere un fuoco all’aperto, un camino andrà bene ugualmente. Qualora non avessi un camino, puoi usare una qualsiasi ciotola ignifuga, come ad esempio una semplice pentola con coperchio, con all’interno una piccola fiamma. In alternativa puoi definire i tuoi intenti ed utilizzare la magia delle candele.

Sii prudente. Tieni sempre a portata di mano dell’acqua per poter spegnere la fiamma in caso di imprevisti.