Gen
24
Ven
2020
Apocalypsis @ New Age Center Saletta Argondia
Gen 24@17:30–20:00
Apocalypsis @ New Age Center Saletta Argondia

Presentazione del libro Apocalypsis con l’autore Giovanni Luigi Manco.

Il messaggio evangelico si inserisce in una terra segnata dal monoteismo mosaico, derivato da quello di Akhenaton in Egitto. Un credo sordo e implacabile, depositario di un potere dogmatico quanto feroce che schiaccia, annulla, priva di ogni autonomia e interiorità, costringendo in una condizione di cieca innocenza. Un credo, assurdo e pietrificato, nel quale la religione diventa la negazione del sentimento religioso e la morte appare il riscatto di un’esistenza mancata.
Niente di tutto questo in Cristo, interessato alla redenzione personale e collettiva, spirituale e sociale dell’intero genere umano. Le prime comunità cristiane in Israele e in Egitto si muovevano perfettamente su questa linea senza mai discostarsene.
Tutto è cambiato con Paolo di Tarso, fariseo di ascendenza rabbinica, rigorosamente osservante delle leggi mosaiche, responsabile della lapidazione del primo martire cristiano, Stefano, ‘colpevole’ di giudizi non ortodossi sulle scritture bibliche. Proprio Paolo, dopo la conversione, ha fatto dell’opera del Cristo la continuazione e conclusione del credo ebraico. La Chiesa cattolica ha fatto il resto, prima distruggendo migliaia e migliaia di testi evangelici, ad eccezione di quattro a sua scelta (più precisamente di uno, quello attribuito a Marco, quelli di Luca, Matteo e Giovanni sono trascrizioni posteriori dello stesso), oggetto peraltro di manipolazioni, poi con l’imperatore Costantino, quando la Chiesa, supportando il potere, per il potere, tradì il discorso evangelico accumulando enormi ricchezze. Trovandosi di fatto in posizione diametralmente opposta a quella dei cristiani, dei cercatori di luce, degli illuminati, non poté, e non può ancora, per la sua stessa sopravvivenza, impedirsi di combatterli, perseguitarli, dargli morte fisica o civile.
Nell’oppressivo totalitarismo cattolico, eterno alleato del padronato, che annulla tutte le differenze, impone codici stereotipati di comportamento e linguaggio, responsabile di una vera e propria ‘mutazione antropologica’, terribile degrado umano, sono tanti gli spiriti di luce che negli ultimi due millenni si sono prodigati, con enormi sacrifici, per trasformare radicalmente il mondo, per scoprire nell’inferno della nuova era, solo nominalmente cristiana, chi e che cosa non è inferno per dargli spazio. Opera estremamente ardua e insidiosa. Il potere ‘usa’ la storia, non si sottrae dallo stravolgerla pur di plasmare, uniformare la coscienza collettiva su una condivisa memoria di glorie nazionali (anche se di tutt’altro carattere) nella quale perseverare. La memoria selettiva respinge, addirittura criminalizza, le esperienze personali e collettive non compatibili alla legittimazione della dominazione, degli iniqui privilegi. La deformazione storica del passato e del presente è la premessa essenziale del consenso. Manco ne è perfettamente consapevole ma neppure volendo avrebbe potuto, per la sua onestà, non fare luce nell’oscurantismo, con spirito di equanimità, soprattutto sulle esperienze più controverse e ripudiate proprio perché più significative. La verità strappa la maschera dal volto ripugnante della tirannia.
L’impianto narrativo di Apocalypsis, estremamente secco ed essenziale, è interamente affidato a brevi considerazioni, secondo la lezione degli scrittori americani; il linguaggio, costellato di riflessioni sostanziali, assume un tono ieratico, oracolare, solennemente sentenzioso e sapienziale. Pagine distesamente narrative, affatto lontane dall’estrema concentrazione lirica come pure dal clima dell’Ermetismo. Centrale e ricorrente il tema dell’umanità negata di chi cade, ha fame, ha freddo, è malato, perseguitato, ucciso; dei ribelli che affrontano impavidamente l’oppressione, l’inautenticità del mondo, la tronfia esibizione del vuoto, la falsità dei mass-media in uno struggente bisogno di autenticità, di un fraterno altrove.
Molto difficile il tema affrontato: la religione più diffusa al mondo, segnata da un susseguirsi di guerre, persecuzioni, scismi, plagi, scomuniche; molto più facile il livore che il consenso, seppur meritato, ma non c’è dubbio che il saggio di Giovanni-Luigi Manco sia il tentativo più coraggioso mai effettuato sinora.

Gen
25
Sab
2020
Relazioni Familiari @ Casa della Pietra "Igo Gruden"
Gen 25@9:30–Gen 26@19:00
Relazioni Familiari @ Casa della Pietra "Igo Gruden"

Eugenia Ortolani è costellatrice da quasi venti anni, una delle prime ad aver frequentato la scuola di e con Bert Hellinger.

Le Costellazioni Familiari, messe a punto da Bert Hellinger consentono di scoprire, portare alla luce e sciogliere “irretimenti” familiari che si trasmettono di generazione in generazione e che sono causa di malattie e disturbi psichici e fisici, e vengono utilizzate nei più disparati campi della vita associata.

Efficacissime nella terapia familiare, di gruppo, di coppia, individuale, nella scuola, negli ospedali, negli uffici, in azienda, nelle carceri, la loro caratteristica principale è quella di fare riferimento agli “ordini dell’amore” e alle forze guaritrici delle origini del sistema familiare.

Spesso la nostra vita viene condizionata da destini e sentimenti che non sono veramente nostri, anche malattie gravi, desiderio di morte, problemi sul lavoro possono essere dovuti a grovigli sistemici familiari che vengono portati alla luce attraverso il processo delle Costellazioni.

Sembra che continui ad agire dentro di noi una struttura arcaica, cieca e inconscia, preposta alla coesione e all’appartenenza nel sistema familiare. Per questo, se in una famiglia è stato dimenticato un membro o escluso, per questa legge inconscia, un altro membro giovane, di generazioni successive, che nulla sa di questo suo predecessore, porterà su di sé il destino di questi e cercherà di seguirlo nella sua tragica sorte.

Nel sistema familiare vige un senso dell’ordine e dell’equilibrio, la coscienza del clan, per cui ogni torto fatto ad un predecessore deve essere compensato da un successore. Questa coscienza si fa carico delle persone escluse e dimenticate dalla nostra anima e non si arrende fino a che non viene ridato, all’escluso, un posto e la dignità nel nostro cuore.
Quindi, finchè una persona è esclusa o dimenticata, nel sistema agisce una pressione affinché un successore in qualche maniera ne difenda i diritti, identificandosi con lui, a volte imitandone il destino negativo come una malattia o la morte precoce. Si parla allora di “irretimento”.

Iscrizione obbligatoria con caparra, entro il 23 Gennaio. Info 0403721479 New Age Center

Feb
1
Sab
2020
Interpretazione dei Simboli nei Sogni e nelle Ipnosi Karmica a Vite Passate @ Gendai Reiki
Feb 1@9:45–Feb 2@18:30
Interpretazione dei Simboli nei Sogni e nelle Ipnosi Karmica a Vite Passate @ Gendai Reiki

SCHEDA CORSO – Interpretazione dei Simboli nei Sogni e nelle Ipnosi Karmica a Vite Passate.

Durata: 4 giorni per 8 ore giornaliere suddivisi su 2 week end. Il secondo week-end, si terrà il 14 e 15 Marzo 2020.

Attrezzature d’aula: Videoproiettore
Materiale didattico: Libro di testo.

A CHI SI RIVOLGE IL CORSO?

Il Corso è aperto a tutti coloro che, per interesse o per professione, vogliono approfondire la conoscenza delle metodiche e tecniche per l’Interpretazione dei simboli e degli archetipi nei sogni e nel materiale che emerge nelle ipnosi regressive a vite passate.
Verrà proposto un nuovo approccio complessivo al simbolo ispirato al modello alchemico-junghiano, ma esteso attraverso nuovi, inediti, modelli. Verranno, in particolare, proposte per ciascuna tecnica di decodifica, i relativi fondamenti teorici basati sul nostro nuovo modello neurale per lo studio dei processi mentali.

MODALITA’ DIDATTICHE
Il corso è strutturato in modo pratico ed esperienziale, con molti momenti di sperimentazione di gruppo e individuale.

PROGRAMMA
TEORIA

Meccanismo olografico nel processo mentale
Cos’è un ologramma
Modello neurale della mente
La mente strumento intrinsecamente previsionale
Il meccanismo della attenzione
Un modello per la comprensione del meccanismo onirico

Il processo di identificazione in Jung
Ombra: formazione, identificazione e integrazione
Animus/Anima
Il Se profondo

Simboli ed Archetipi: verso la comprensione del linguaggio dei sogni
Perché parlarci per immagini?
Dal linguaggio dei grafi nelle caverne agli alfabeti
Archetipi e inconscio collettivo
Potere dei simboli e principio dell’effetto “magico” della parola

Psiche ed Alchimia
Jung e l’alchimia
Gnosi cristiana ed alchimia: cenni storici
Le fasi del processo Alchemico: Nigredo, Albedo e Rubedo

Metodologia di analisi
Comprensione del contesto narrativo
Analisi del contesto di vita personale:
Parametri esterni: età, sesso, lavoro, stato personale, famiglia, condizioni economiche
Parametri interni: condizioni patologiche accertate nella psiche e nel corpo
Analisi del contesto cronologico personale:
eventi nella giornata
problematiche del momento
fase personale del processo evolutivo
Analisi del contesto onirico:
Sequenza storica dei sogni
Continuità ed interruzioni nel processo onirico
Identificare il valore del simbolo:
Ambiguità del simbolo: come superarla?
Valore personale o collettivo?
Come e perché chiedere un aggettivo per il simbolo
Trasportarsi nella situazione emotiva della scena
Induzione del processo di correlazione tra i simboli
Distinzione sessuale dei simboli nel sogno

Tipizzazione dei sogni
Funzioni del sogno
Sogni di compensazione
Sogni di strutturazione
Sogni alchemici
Sogni profetici
Sogni medici
Sogni didattici

Struttura del sogno
Sequenza di un sogno
Percezione del tempo nel sogno
Principi di correlazione tra le scene
Significato della dislocazione e del movimento:
Funzioni destre e sinistre
Ciò che è avanti e ciò che è dietro
Salire e scendere
Il movimento

PRATICA
I 4 personaggi di base
L’Ombra: dai mostri alla integrazione
L’Animus/Anima: una parte di noi di sesso opposto
Un tuffo nel Se profondo

Archetipi fondamentali
L’anziano, il giovane ed il fanciullo
Archetipi naturali: la montagna, l’albero, l’erba ed i fiori, la spiaggia
L’archetipo dell’acqua: mari, fiumi e laghi
Il senso simbolico dei materiali: ferro, legno, plastica, vetro
Archetipi animali: tipizzazione
Archetipi personali: vestiti, accessori e corpo
L’archetipo della battaglia e delle armi
Archetipi fantastici: maghi, streghe, mostri e demoni
L’archetipo della congiunzione sessuale
L’archetipo del percorso, strade, ponti, barriere

I nuovi archetipi
Differenziazione dei nuovi archetipi per tipologie sociali e sessuali
Mezzi di trasporto: auto, aereo, moto, bicicletta, ascensore, funivie
Mezzi di lavoro: computer, calcolatori
Mezzi di svago: televisore, cinema, videogiochi, internet

Valore simbolico degli oggetti:
Elementi di arredo: sedie e divani, tavoli, mobili, suppellettili
Elementi costruttivi: stanze, porte, toilette e scale
Strutture abitative: case, palazzi, alberghi, scuole e templi
Oggetti personali: libri, abiti, borse e scarpe, oggetti per la cura del corpo, ornamenti